Giappo - Giappone - Lo shopping craft a Tokyo

Ciao a tutti!
Come sapete un paio di mesi fa sono stata in vacanza in Giappone e complice il Baratt-Away non vi ho potuto parlare dello shopping craftoso che si può fare nel paese del Sol Levante.
Quindi oggi post-valanga sullo shopping in Giappone, mettetevi comodi!

Iniziamo dalla cosa che più mi ha stupito: il craft, i cosiddetti hobby "femminili", sono immersi nella vita quotidiana; potete girare tra scaffali di prodotti dedicati all'handmade accanto a quelli dedicati alla cucina, al campeggio o alla tecnologia. Da noi in genere esistono negozi come la merceria, il negozio di belle arti, quello dell'hobbistica; da loro al contrario, all'interno dei grandi magazzini c'è la sezione con i tessuti, quella con la carta, la merceria, i colori, ecc...
Io vivo in provincia, quando vado a Milano non passo molto per negozi, ma non mi pare esista un supermercato con un piano interamente dedicato allo scrap. XD 

L'hobby che va per la maggiore è appunto lo scrapbooking, ci sono sezioni con solo carte, timbri, fustelle, big shot ed altre macchine che da noi non credo ci siano. Pensate che ne volevo prendere una che creava timbri partendo da un'immagine trovata sul web. Solo che con il problema valigia piena sarebbe stato difficile farla entrare nei bagagli già carichi. Sigh!

Poi si passa alla realizzazione di bijoux, oltre all'attrezzatura, ed i prodotti base come monachelle, schiaccini, ecc.. ci sono una serie di pietre che vanno dalle semipreziose a sezioni quasi di gioielleria. Vi ricordo che siamo sempre nello stesso negozio! Giriamo l'angolo ed arriviamo alla sezione belle arti, con i Copic che la fanno da padrone, ma ci sono tutta una serie di colori ed accessori che fanno sbavare gli artisti più smaliziati, infatti abbiamo dovuto trascinare via un'amica esperta di disegno.
Saliamo di un piano e... l'intero piano è dedicato alla merceria, aghi di tutti i tipi, forbici delle misure più disparate ed accessori, accessori ed accessori. Stavo impazzendo, fortunatamente per il portafogli la sezione tessuti al piano superiore, ricavata in un angolo della zona modellismo aereo (si, avete letto bene!) non era molto fornita, altrimenti sarebbe stata la mia rovina.
Tutto questo in un solo negozio, della catena Tokyu Handmade, se ci passate fateci un salto, si passa dalla tecnologia, dalla falegnameria al ricamo. Tutto in comodi 8 piani, su 3 sezioni per piano. Un palazzo enorme. E pensate che questo era uno dei tanti negozi della catena sparsi in giro per la sola Tokyo!

Altrove in un centro commerciale all'interno di una stazione, decisamente un posto più lussuoso; c'è la sezione sartoria, dietro la gioielleria, dove si può acquistare il tessuto e gli accessori della piccola ma fornita merceria per creare il vostro kimono. O la pregiatissima lana per realizzare il maglioncino all'ultimo grido. Bellissimo, peccato che fosse un po' fuori budget.

Se per il Tokyu l'uscita era programmata nel centro commerciale lussuoso siamo arrivate per caso, è all'interno della stazione di Shinjuku, mi pare fosse il Lumina, ma non ci giurerei!

Altra tappa in cui ho obbligato le amiche è il Wrapple, famoso fra le scrapper di mezzo mondo, uno di questi si trova in un lussuosissimo centro commerciale dedicato alle grandi firme occidentali, se riuscite a sopravvivere ai pezzi (e prezzi) delle grandi case di moda, molte italiane peraltro, arrivate all'ultimo piano dove trovate un piccolo negozio con un'infinità di carte, timbri, accessori dedicati allo scrap ed al wrapping da cui il nome. Sono entrata nel negozio due volte, nella prima non sapevo se la carta funzionasse (avevo avuto problemi nella mattinata) ed ho preso poche cose per mantenermi nel budget del contante; provando a passare la tessera questa ha funzionato, così.. Ho rifatto il giro riempiendo il cestino! XD
Ovviamente la tessera al secondo giro ha deciso di non passare più; fortunatamente la fida postepay funzionava e mi ha salvata da una figuraccia! 

Grazie al Tokyu ed allo Wrapple mi sono ripresa dalla delusione di non essere riuscita a trovare molto materiale per la maglia/uncinetto ed il fimo, la mia intenzione era comprare lana in abbondanza per farmi un maglioncino ed accessori particolari per modellare. Però non sono rimasta a bocca asciutta! 



Ecco il bottino con cui sono tornata! Super colorato, assolutamente kawaii e di ottima qualità, hanno una cura quasi maniacale al dettaglio ed alla cura del packaging dei prodotti. Ho molto da imparare da loro!
Parte degli acquisti sono andati a far parte del premio del Baratt-Away per Silvia, le altre cose... sono in attesa di essere utilizzate!

Tokyo è ricca di idee, spunti e materiali per creare, solo che non basterebbero mesi e mesi per girare tutto, ed è talmente attiva e dinamica che una volta finito il giro bisognerebbe re-iniziare perchè la città nel frattempo è cambiata! Personalmente adoravo il Giappone già da prima; ma dopo aver visto la bellezza dei posti e la gentilezza e cortesia delle persone me ne sono innamorata perdutamente.
Se avete un viaggio in Giappone in progetto mi portereste in valigia??? Peeeeeer favoooooooreeeeee! XD

Baci
Froda

9 commenti:

  1. wow, che bel bottino! credo che non potrei affrontare un viaggio in giappone.... spenderei tutto ciò che ho, hee hee
    baci
    Clelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ihihihihi! In effetti ho dato fondo al budget. =p

      Elimina
  2. *_* che sogno... Io di fronte all'aggeggio per fare i timbri avrei dato di matto!!!
    Non sapevo che i giapponesi fossero amanti di questo genere di hobby al punto da avere questo giro d'affari nei grandi magazzini, ti fa vedere le cose da un'altra prospettiva...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente nemmeno io credevo fossero così tanto fissati, è stata una bella scoperta. =)
      Quando ho visto la macchinetta dei timbri ho iniziato a girarci attorno scodinzolando, ci ho pensato per giorni ma purtroppo ero carica di robottoni XD

      Elimina
  3. Meno male che quando sono andata io non ho trovato questi negozi,sennò sarei impazzita.In realtà io avevo girato poco per negozi,ma ricordo che a Osaka c'era un negozio solo di timbri e pennelli favoloso,e molto caro!Però uno piccolino l'ho comprato!E' inutile il giappone è favoloso per tantissime cose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, in alcune cose sono parecchio più avanti di noi.
      Ora che ci penso, a Nara ho trovato un negozio artigianale di pennelli ed inchiostri, una meraviglia! Ne ho preso uno piccolo per mio zio che dipinge ed effettivamente come dicono in molti la qualità è sopraffina; sono tra i migliori e vengono prodotti ancora come secoli fa. *.*

      Elimina
    2. a nara non ci sono sta!!

      Elimina
  4. quante belle cose...chissà come le utilizzerai!
    un bacio e buona giornata simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al momento non lo so ancora! XD
      I cartoncini li ho presi... per il sogno di comprare la Big Shot! =p
      Sogno molto remoto perchè in casa non c'è più spazio. T.T

      Elimina

Grazie per il tuo commento! =)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...